SMANTELLATO TRAFFICO DI DROGA “VOLANTE”. – ll Giornale

SMANTELLATO TRAFFICO DI DROGA “VOLANTE”.

Smantellato Giovedì 25 Maggio scorso dai NAS di Palermo, il massiccio traffico di sostanze stupefacenti aereo che collegava il centro operativo della banda con il vicino centro di scambio a Carini.

Decisiva l’operazione, denominata “Top Gun”, guidata dai NAS di Palermo, con la collaborazione di esperti forensi e volontari della LIPU, la Lega Italiana Protezione Uccelli, che ha portato, prima all’individuazione, poi al pedinamento ed infine allo smantellamento, del contrabbando di droga. Il materiale sequestrato, prevalentemente ecstasy e cocaina, ammonta a circa 1 milione di euro, un duro colpo per il cartello siciliano.

L’operazione nasce da segnalazioni dei locali, relativamente ad una presenza “anomala” di piccioni, in una contrada nei pressi di Carini. Segnalata dapprima la LIPU per timore di possibili danni ai raccolti, o disturbi nello stormo migratorio di volatili, sono state poi avvertite le forze dell’ordine, dopo aver riscontrato movimenti “sospetti” nelle cascine della contrada.

Sono seguiti due mesi di pedinamento dei volatili, con installazione di segnalatori GPS sottopiuma e Tag identificativi:<<Decisivo l’aiuto dei volontari della LIPU, il tracciamento dei volatili è stata forse la cosa più complessa dell’operazione, ma nessun male è stato fatto ai piccioni>>, così ci comunica il commissario De Robertis a capo dell’operazione.

I volatili utilizzati, prevalentemente della specie “Columba livia”, il comune piccione che affolla le piazze ed i tetti delle città, sono stati scelti per la loro capacità nel passare inosservati.

<<Addestrare i piccioni a seguire una rotta fissa è un procedimento noto fin dal medioevo, quando i messaggi tra i borghi vicini venivano scambiati grazie all’aiuto di questi uccelli, […] Il loro senso dell’orientamento li rende perfetti per questo tipo di compito.>> così parla Marco Lupo, volontario dell’associazione LIPU.

Un ritorno alle origini dunque per questi astuti trafficanti di droga, che, in tempi tecnologici, piuttosto che ricorrere ai droni, si affidano al caro vecchio piccione viaggiatore.

I volatili sono stati consegnati all’associazione e, dopo una sessione di riabilitazione nelle voliere del gruppo di volontari, che si premureranno di far dimenticare loro le rotte del traffico di droga, verranno rilasciati.

Seguici per rimanere aggiornato sulle ultime notizie! close[x]